Lavoro e turismo: dopo il corso per addetto alla reception il 60% trova lavoro

20 giugno 2013 - aggiornato alle 18:47

GROSSETO - E’ appena arrivato alla sua conclusione il corso di qualifica professionale per “Addetto al servizio di accoglienza, all’acquisizione di prenotazioni, alla gestione dei reclami e all’espletamento delle attività di segreteria amministrativa”, finanziato dall’Amministrazione provinciale di Grosseto sul Fondo Sociale Europeo e gestito dalle agenzie Multimedia Group srl di Livorno e Chiron School di Grosseto. Il corso era rivolto ad adulti disoccupati, in possesso di diploma di scuola media inferiore, con una buona conoscenza della lingua inglese, conoscenze informatiche di base e discreta cultura generale. Il progetto, attuato in collaborazione con importanti strutture ricettive collocate sul territorio provinciale, aveva l’obiettivo di realizzare un percorso formativo volto a formare una figura professionale in grado di svolgere, fin da subito e in completa autonomia, le principali mansioni del front-office e back-office di hotel.

«Oggigiorno parlando di professionalità – afferma il dott. Fabrizio Sandri, direttore del corso e dell’agenzia formativa Multimedia Group – non è più sufficiente chiedersi quali competenze tecniche formare, ma anche porsi in una prospettiva di mercato: professionalità oggi, in un’ottica competitiva, significa orientamento al turista e la sua efficacia è tale se colta soprattutto dal turista stesso. Non sono più sufficienti, infatti, l’abilità e la capacità di fare il proprio lavoro, ma è fondamentale la capacità di relazione con il cliente che esige sempre più di rapportarsi con dei “professionisti” in un’ottica di customer satisfaction».

«L’investimento in risorse umane, anche in termini formativi – prosegue Sandri –  risulta essere elemento essenziale nella programmazione dello sviluppo del settore turistico. Un approccio di tipo strategico al Sistema Turistico Integrato di qualità non può infatti prescindere da un investimento sulle risorse umane e sulle professionalità in ambito turistico che sono necessarie per uno sviluppo competitivo e per la programmazione di specifici piani di azione. Il comparto turistico, affinché divenga uno dei motori di sviluppo, sociale e culturale, del territorio provinciale, ha bisogno di formare figure professionali e competenze in grado di trasmettere, comunicare e veicolare le peculiarità territoriali che sono di forte attrattiva per i turisti che soggiornano nelle nostre località. Pertanto l’adeguamento delle tecniche di accoglienza e di comunicazione alla varietà delle utenze e la diversificazione dell’offerta, associate ad una buona conoscenza del territorio, a capacità linguistiche e a tecniche gestionali, come pure l’incremento dell’uso degli strumenti informatici nelle pratiche professionali, vanno a costituire un insieme di elementi, essenziali per un percorso di miglioramento dell’offerta turistica complessiva».

«La progettazione dei corsi, come afferma il prof. Michele Unguentini, Direttore della Chiron School, deve essere sempre più attinente al fabbisogno formativo dei settori di riferimento, nel nostro caso il turismo, con l’obiettivo prioritario di realizzare corsi concreti ed in grado di contribuire alla crescita professionale dei lavoratori e di porre le basi per un effettivo sviluppo del comparto nel suo insieme. In questa ottica crediamo di aver lavorato nella progettazione di questo percorso che  svoltosi nell’arco di 11 mesi, con un monte orario pari a 900 ore, ha portato alla qualifica di 10 allievi con ottimi risultati da un punto di vista di ricaduta occupazionale: su 10 allievi, infatti,  6 hanno già trovato una collocazione occupazionale presso le sedi dove hanno svolto attività di stage. Un risultato che ci ha sorpreso positivamente e ci ha confermato nella nostra convinzione che una buona formazione mirata e calata sul territorio può senz’altro aprire prospettive occupazionali interessanti». Sui siti Internet www.multimediagroupsrl.net e www.scuolaitalianaturismo.it, le aziende interessate potranno trovare i curriculum degli allievi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Per avere più informazioni su questi argomenti: - -
ALTRI ARTICOLI - Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche questi altri articoli pubblicati su IlGiunco.net:


¬ N.B. : OGNI COMMENTO SARÁ PRIMA INSERITO IN CODA DI MODERAZIONE. L'UTENTE DOVRÁ CONVALIDARE IL PROPRIO INDIRIZZO EMAIL. Soltanto dopo, nel caso in cui il commento sia ritenuto idoneo, sarà eventualmente pubblicato. Con una nuova procedura infatti sarà verificato l'indirizzo email e una volta "validato", il commento sarà inserito in coda di moderazione. Per validare l'indirizzo si dovrà soltanto cliccare sul link che sarà inviato all'indirizzo inserito nel campo relativo alle email. Grazie per la collaborazione.

¬ Importante: ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname (o nome e cognome) collegato ad un indirizzo email verificato reale ed esistente, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Il Giunco.net manlevato e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Non ci sono ancora commenti.

Siamo spiacenti, ma i commenti non possono essere inseriti.