IlGiunco.net - Il Quotidiano online della Maremma

I musei di Massa Marittima nella élite dei musei toscani

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – I Musei di Massa Marittima sono tra i migliori della Toscana. Il Complesso museale di San Pietro all’Orto ed il Museo Archeologico di Massa Marittima  hanno, infatti, ottenuto dalla Regione Toscana la qualifica di “Musei di rilevanza regionale” ai sensi della Legge regionale n. 21 del 25 febbraio 2010. Si tratta della prima applicazione di questa normativa.

Le domande di riconoscimento presentate da tutto il territorio regionale sono state in totale sessantaquattro. Sono giunte sia dalle grandi città d’arte e sia dalle realtà minori della Toscana. Soltanto ventotto hanno meritato l’ambito riconoscimento. Di queste ben due sono dei musei comunali di Massa Marittima.

“Questo riconoscimento – sono le parole del Sindaco di Massa Marittima Lidia Bai – premia l’impegno costante della nostra Amministrazione Comunale nel settore museale. Abbiamo puntato sulla crescita qualitativa dei nostri musei quali luoghi della memoria del grande passato millenario della nostra comunità. I nostri musei hanno saputo svolgere al meglio la loro funzione culturale, didattica ed anche di spinta positiva all’economia turistica del nostro territorio. La Regione Toscana, in questi anni ed in tanti modi, ci ha dimostrato di apprezzare i nostri sforzi e di puntare su Massa Marittima, sul suo patrimonio storico artistico e sulla nostra capacità organizzativa; oggi con questo atto mette nero su bianco questo giudizio sul nostro lavoro. Non possiamo che esserne orgogliosi”.

Il riconoscimento della qualifica di museo di rilevanza regionale presuppone il possesso di requisiti in linea con le ultime normative in materia, come la piena accessibilità, fruibilità e sicurezza delle strutture. Altro elemento cardine è la chiara destinazione d’uso della struttura e la presenza di una direzione scientifica e di un regolamento di organizzazione che assicuri adeguati orari di apertura, la promozione di sussidi informativi e didattici, l’organizzazione di attività educative rivolte alle scuole e alle diverse tipologie di pubblico. Sono determinanti anche le attività di rilevazione e di analisi della fruizione dell’utenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IlGiunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.