Scarlino Scalo: predisposta l’area per la costruzione della nuova scuola

6 aprile 2012 - aggiornato alle 16:30

SCARLINO –  Con il taglio degli alberi nella pinetina di via Lelli a Scarlino Scalo, sono iniziati i lavori per preparare l’area alla costruzione della nuova scuola elementare. Nei prossimi giorni verrà pubblicato il bando di gara per la progettazione esecutiva e l’appalto dei lavori, con un importo vicino ai due milioni di euro. L’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Il cantiere dovrebbe essere inaugurato entro il 2012 (nella foto l’area dove sarà costruita la nuova scuola di Scarlino Scalo).

 «Dopo che la Regione ha assegnato i fondi a sostegno degli enti locali nel settore dell’edilizia scolastica, concedendoci un finanziamento di 400 mila euro – dice il Sindaco Maurizio Bizzarri- il sogno sta diventando realtà: il nostro progetto ha infatti beneficiato dell’assegnazione del contributo nella misura massima ammessa dalla Regione e questo ha consentito all’Amministrazione comunale di coprire la quota restante della spesa. Ma per completare l’operazione era necessario il trasferimento di una particella di terreno di proprietà Tioxide, e questo è stato risolto proprio durante l’ultimo Consiglio comunale».

Il terreno sarà ceduto dalla Tioxide al comune per 13 mila euro. Lo statuto della multinazionale non prevede la possibilità di donazioni di questo tipo, ma «l’importo pattuito “ritornerà”, per la stessa cifra, al Comune tramite una sponsorizzazione da parte di Tioxide, finalizzata all’acquisto di materiale informatico e didattico proprio per la nuova scuola».

La procedura, era iniziata la scorsa legislatura con la redazione del progetto ottenuto grazie all’accordo con un privato (Solmar), che a fronte di un protocollo d’intesa per il cambio d’uso di alcune cubature nella lottizzazione degli impianti sportivi, aveva messo a disposizione dell’Amministrazione Comunale la progettazione definitiva dell’intervento globale della scuola per circa 6 milioni di euro, aggiungendo 200 mila euro da versare al Comune all’inizio dei lavori.

Il primo stralcio, funzionale perché permetterà al suo termine di inaugurare la nuova scuola, è un intervento vicino ai due milioni euro, che prevede la costruzione di tutto l’edificio principale con la predisposizione degli impianti, il completamento e la fruibilità di tutto il piano terra. I lotti successivi consentiranno l’ultimazione dell’edificio principale e successivamente la realizzazione della mensa, della palestra come previsto nel piano triennale delle opere pubbliche.

«Adesso che sono partiti i lavori con il taglio dei pini e i tempi della gara – conclude l’assessore ai lavori pubblici Enio Zanaboni – nonostante i ritardi per gli iter burocratici e amministrativi, nonchè alla difficoltà nel reperire i finanziamenti, speriamo di fare il regalo di Natale ai nostri ragazzi fissando quella data con la posa della prima pietra della nuova scuola».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


¬ N.B. : OGNI COMMENTO SARÁ PRIMA INSERITO IN CODA DI MODERAZIONE. L'UTENTE DOVRÁ CONVALIDARE IL PROPRIO INDIRIZZO EMAIL. Soltanto dopo, nel caso in cui il commento sia ritenuto idoneo, sarà eventualmente pubblicato. Con una nuova procedura infatti sarà verificato l'indirizzo email e una volta "validato", il commento sarà inserito in coda di moderazione. Per validare l'indirizzo si dovrà soltanto cliccare sul link che sarà inviato all'indirizzo inserito nel campo relativo alle email. Grazie per la collaborazione.

¬ Importante: ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname (o nome e cognome) collegato ad un indirizzo email verificato reale ed esistente, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Il Giunco.net manlevato e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Non ci sono ancora commenti.

Siamo spiacenti, ma i commenti non possono essere inseriti.