IlGiunco.net - Il Quotidiano online della Maremma

Il Commissario Straordinario del Ministero dell’Ambiente in visita ai lavori di ripascimento a Follonica

Più informazioni su

FOLLONICA – A tre mesi dall’inizio lavori per il II stralcio del progetto di completamento dell’intervento di difesa dell’abitato di Follonica e Pratoranieri, il Commissario Straordinaro Delegato, Pier Gino Megale, arriva in visita al cantiere. L’ing. Megale, che con il suo insediamento ha dato il via alle operazioni nel Golfo, viene a verificare lo svolgimento dei lavori in qualità di responsabile del progetto per il Ministero dell’Ambiente. Con le operazioni in atto si sta posizionando una scogliera soffolta, ovvero collocata sul fondo marino, in sostituzione di quelle emerse già esistenti, che nel tempo hanno perso la propria efficacia nella difesa della costa. Tra la foce del torrente Petraia e il confine con il Comune di Scarlino il litorale è eroso e presenta molte dune sabbiose, risulta quindi necessario porre delle barriere, a basso impatto ambientale, per proteggere la costa. Il progetto prevede inoltre di rendere più regolare la linea di riva e di innalzare il livello della spiaggia, ridistribuendo la sabbia in modo uniforme (nella foto in allegato da sinistra: Ing. Mario Formaro, Sales spa – ditta appaltatrice dei lavori -, Ingegner Pier Gino Megale, Commissario Straordinaro Delegato del Ministero dell’Ambiente, Fernando Pianigiani, assessore della Provincia di Grosseto alle Infrastrutture e Eleonora Baldi, Sindaco di Follonica).

“Siamo consapevoli – dichiara Fernando Pianigiani, assessore della Provincia di Grosseto alle Infrastrutture – dell’importanza che tutto il litorale del nostro territorio riveste dal punto di vista ambientale e turistico, per questo la Provincia con i suoi tecnici  e specialisti affronta in maniera organica e attenta, i problemi della costa nel suo insieme, individuando le soluzioni più idonee zona per zona. E’ importante – continua l’Assessore -, non solo concludere i lavori del II stralcio nei tempi programmati, ma anche andare avanti con le operazioni del III e IV stralcio del progetto, assicurando continuità nei lavori di progettazione e di esecuzione”.

Nel corso della mattinata il Sindaco di Follonica Eleonora Baldi e l’assessore provinciale alle Infrastrutture, Fernando Pianigiani, hanno anche illustrato il III e il IV stralcio del progetto. Due ulteriori passi verso il completamento dell’opera, che permetterebbero di prolungare le barriere soffolte fino alla foce del fosso Cervia; a nord del quale è inoltre previsto un intervento di ripascimento protetto, fino al confine con il Comune di Piombino.

“Siamo soddisfatti dell’andamento dei lavori – dichiara il Sindaco Eleonora Baldi –  e dell’impegno di tutti i soggetti coinvolti; il materiale è di un buon livello e questo andrà a beneficio della solidità dell’intervento di ripascimento e della sua efficacia. L’importanza della continuità tra questo secondo stralcio e i prossimi due è indubbia  ed offrirà una risposta forte alla città, al suo mare, alle sue strutture e al suo turismo;  siamo certi  che tutto procederà con celerità e  come programmato”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IlGiunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.