Follonica e Scarlino dicono sì al canile: avanti con il progetto

«Nessun ripensamento - dicono i Sindaci Bizzarri e Baldi - , i lavori del Canile comprensoriale di Scarlino, Follonica e Gavorrano, nell’area della Botte, stanno per ripartire dopo lo stop legato ad alcuni problemi tecnici nei mesi scorsi»
22 marzo 2012 - aggiornato alle 16:20

SCARLINO – Il canile comprensoriale di Follonica, Scarlino e Gavorrano si farà La posizione dei due sindaci Eleonora Baldi e Maurizio Bizzarri è netta e decisa. «Nessun ripensamento – affermano i due amministratori – i lavori del Canile comprensoriale di Scarlino, Follonica e Gavorrano, nell’area della Botte, stanno per ripartire».

I lavori sono prossimi alla ripresa dopo una sospensione necessaria per la risoluzione di alcune problematiche legate alle strutture da realizzare.
L’opera che dovrebbe essere portata a termine entro settmebre, per un investimento complessivo di 700 mila euro, viene finanziata in parte dai comuni e ha ottenuto un contributo della Regione Toscana superiore ai 300 mila euro.

«Non accettiamo assolutamente l’accusa di sperpero di denaro pubblico – dicono Baldi e Bizzarri, replicando all’Enpa –. Lo sperpero ci sarebbe stato se il finanziamento concesso fosse stato “ritirato” per decorrenza dei termini, e le tre amministrazione avessero dovuto impegnare il totale del progetto e non solo la quota parte»
«È inutile e fuorviante – aggiungono – continuare a parlare di ristrutturazione del vecchio canile di Valle: abbiamo già tentato in passato di sanare quel sito, localizzato all’interno delle Bandite, ma ciò è risultato impossibile per la non conformità urbanistica».

Il nuovo canile ospiterà da subito 154 unità di cani, di cui 144 nel canile rifugio e 10 nel canile sanitario, e il progetto esecutivo ha già individuato all’interno dell’area una superficie per il futuro ampliamento fino a 200 cani, delle dimensioni necessarie per ospitare comodamente gli animali.
La clinica veterinaria prevista, all’inizio verrà sostituita da un più piccolo e funzionale ambulatorio, che sarà aperto alcuni giorni alla settimana.

«Per gli aspetti di natura idraulica – osservano – il progetto esecutivo di costruzione del canile comprensoriale, approvato nel marzo 2009, prevedeva un intervento di messa in sicurezza idraulica dell’area, che è già stato realizzato nel corso della prima fase dei lavori con un contributo del Ministero della Salute di 40 mila».

«Consigliamo alla signora Cappellini – concludono Baldi e Bizzarri – di abbandonare frasi allarmistiche non necessarie, lasciando fare alle Istituzioni il proprio lavoro e le proprie opere pubbliche, come quella necessaria e attesa da anni del nuovo canile comprensoriale a servizio del nostro territorio».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Per avere più informazioni su questi argomenti: - - - -
ALTRI ARTICOLI - Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche questi altri articoli pubblicati su IlGiunco.net:


¬ N.B. : OGNI COMMENTO SARÁ PRIMA INSERITO IN CODA DI MODERAZIONE. L'UTENTE DOVRÁ CONVALIDARE IL PROPRIO INDIRIZZO EMAIL. Soltanto dopo, nel caso in cui il commento sia ritenuto idoneo, sarà eventualmente pubblicato. Con una nuova procedura infatti sarà verificato l'indirizzo email e una volta "validato", il commento sarà inserito in coda di moderazione. Per validare l'indirizzo si dovrà soltanto cliccare sul link che sarà inviato all'indirizzo inserito nel campo relativo alle email. Grazie per la collaborazione.

¬ Importante: ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname (o nome e cognome) collegato ad un indirizzo email verificato reale ed esistente, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Il Giunco.net manlevato e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Non ci sono ancora commenti.

Siamo spiacenti, ma i commenti non possono essere inseriti.