Amanita, il nuovo libro di Simone Pazzaglia

A breve nelle librerie l'ultimo romanzo dello scrittore gavorranese edito da ''Il Foglio Letterario''
29 febbraio 2012 - aggiornato alle 09:31

di Annalisa Mastellone

BAGNO DI GAVORRANO – Uscirà tra qualche giorno (forse già domani 1 marzo) “Amanita”, l’ultimo libro del giovane scrittore gavorranese Simone Pazzaglia, che racconta l’“inconsistente caparbietà” di un uomo e una donna che hanno l’assurda pretesa di riuscire a vivere insieme. Un romanzo in cui si intrecciano tutte le falsità e le incomprensioni che scandiscono la “routine” di due persone che come in un “eterno match” va avanti tra incomunicabilità, rancori e tentativi di distruggersi. Ovvero, “l’elogio alla fragilità del rapporto di coppia e del concetto di famiglia – si legge nella prefazione – condito dall’incomprensibile testardaggine, tipica del genere umano, del voler andare avanti comunque”.

“L’idea nasce dalla volontà di descrivere l’assurdità di un rapporto di coppia spinto agli estremi con tentativi più o meno manifesti di uccidersi o farsi del male – spiega il giovane scrittore, sposato e babbo di due bimbi -. Chi legge di solito, a differenza della maggior parte delle letture, non si identifica in nessuno dei due personaggi e rimane esterno, osservatore distaccato. E’ un romanzo spinto all’estremo, all’impossibilità di un qualsiasi rapporto normale, che spesso sfiora il paradosso e l’assurdo, ma al tempo stesso ogni persona può riconoscere dentro alla storia malata quegli atteggiamenti che, in maniera più o meno velata, sono presenti nella maggior parte dei rapporti di coppia”.

“Amanita” arriverà nelle librerie di tutta Italia a inizio marzo, pubblicato da “Il Foglio letterario”, la casa editrice piombinese con cui Pazzaglia ha firmato anche il suo primo romanzo “Un paese di poveri pazzi e cani”, uscito nel 2009, e successivamente un racconto nell’antologia dal titolo “Pater Noster”. A soli 37 anni, Pazzaglia ha già all’attivo numerosi lavori: con Gaffi editore ha pubblicato i racconti nell’antologia “Cuore di terra” e “A un passo” nell’antologia “Le indie nere”; edito da Tepsi invece, un racconto all’interno dell’antologia “E il cagnolino rise”, e con la casa editrice Historica altri suoi racconti sono usciti in tre diverse antologie.

“Amanita” parteciperà a “Buk”, il Festival della piccola e media imprenditoria che si terrà il 3 e il 4 marzo a Modena, dove Pazzaglia sarà presente con la “scuderia” di artisti de “Il Foglio letterario”, fondato e diretto dallo scrittore e giornalista Gordiano Lupi, premiato come “Editore toscano del 2011” col merito di aver divulgato scrittura e cultura toscana, e scoperto inoltre giovani talenti, tra cui il grossetano Sacha Naspini. Il secondo libro di Pazzaglia può già essere prenotato e acquistato sul sito dell’editore www.ilfoglioletterario.it , quello dell’autore www.simonepazzaglia.com e sulle “librerie” online.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Per avere più informazioni su questi argomenti: -
ALTRI ARTICOLI - Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche questi altri articoli pubblicati su IlGiunco.net:


¬ N.B. : OGNI COMMENTO SARÁ PRIMA INSERITO IN CODA DI MODERAZIONE. L'UTENTE DOVRÁ CONVALIDARE IL PROPRIO INDIRIZZO EMAIL. Soltanto dopo, nel caso in cui il commento sia ritenuto idoneo, sarà eventualmente pubblicato. Con una nuova procedura infatti sarà verificato l'indirizzo email e una volta "validato", il commento sarà inserito in coda di moderazione. Per validare l'indirizzo si dovrà soltanto cliccare sul link che sarà inviato all'indirizzo inserito nel campo relativo alle email. Grazie per la collaborazione.

¬ Importante: ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname (o nome e cognome) collegato ad un indirizzo email verificato reale ed esistente, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Il Giunco.net manlevato e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Non ci sono ancora commenti.

Siamo spiacenti, ma i commenti non possono essere inseriti.