Emergenza idrica a Roccastrada: tecnici del Fiora a lavoro

Nonostante il miglioramento delle condizioni meteo la situazione del servizio idrico è ancora critica nelle frazioni di Roccatederighi e Sassofortino: distribuite 400 buste d'acqua da 5 litri ciascuna
24 febbraio 2012 - aggiornato alle 11:58

ROCCASTRADA - Rimane critica la situazione del servizio idrico nel Comune di Roccastrada a causa delle numerose rotture di contatori e tubazioni, causate dal gelo che ha caratterizzato le scorse settimane.

E’ quanto emerge dal sopralluogo effettuato dai tecnici di Acquedotto del Fiora Spa nei giorni scorsi per valutare la situazione che si è creata in seguito al maltempo.

Nell’ultima settimana il call center dell’azienda ha infatti ricevuto circa 250 segnalazioni dal territorio comunale di Roccastrada, di cui 132 per mancanza d’acqua e rottura di contatore.

“Il rialzo termico di questi giorni ha si favorito lo scongelamento delle tubazioni e dei contatori, che hanno riportato lesioni a causa del ghiaccio – spiegano i tecnici di Acquedotto del Fiora Spa – ma come conseguenza si registrano numerose perdite di risorsa idrica. In questo momento, però, l’individuazione delle perdite è particolarmente difficoltosa a causa dell’ingente quantità d’acqua presente nel suolo, dovuta alla scioglimento del manto nevoso, che in questa zona è stato particolarmente abbondante”.

Per quanto riguarda i contatori, invece, la difficoltà principale riguarda individuare gli impianti danneggiati nelle zone meno popolate o abitate soltanto nei mesi estivi, quindi poderi, case isolate e annessi agricoli che hanno contatori interessati da perdite ma senza segnalazioni da parte degli utenti perché appunto disabitate in questo periodo dell’anno.

La situazione più complessa riguarda le frazioni di Roccatederighi e Sassofortino dove, a causa dell’incremento delle perdite, i serbatoi nelle ore di massimo consumo non riescono a compensare il fabbisogno delle utenze residenti, determinando saltuariamente casi di interruzione del servizio idrico.

Per questo motivo, nella frazione di Roccaderighi (nei locali del Centro Civico), sono state messe a disposizione degli utenti 400 buste di acqua potabile (da 5 litri l’una) per il superamento delle situazioni di emergenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Per avere più informazioni su questi argomenti:
ALTRI ARTICOLI - Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche questi altri articoli pubblicati su IlGiunco.net:


¬ N.B. : OGNI COMMENTO SARÁ PRIMA INSERITO IN CODA DI MODERAZIONE. L'UTENTE DOVRÁ CONVALIDARE IL PROPRIO INDIRIZZO EMAIL. Soltanto dopo, nel caso in cui il commento sia ritenuto idoneo, sarà eventualmente pubblicato. Con una nuova procedura infatti sarà verificato l'indirizzo email e una volta "validato", il commento sarà inserito in coda di moderazione. Per validare l'indirizzo si dovrà soltanto cliccare sul link che sarà inviato all'indirizzo inserito nel campo relativo alle email. Grazie per la collaborazione.

¬ Importante: ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname (o nome e cognome) collegato ad un indirizzo email verificato reale ed esistente, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Il Giunco.net manlevato e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Non ci sono ancora commenti.

Siamo spiacenti, ma i commenti non possono essere inseriti.