"Il Sindaco che vorrei": la nuova classifica

12 dicembre 2010 - aggiornato alle 11:36

La nostra iniziativa diventa una canzone: a scriverla proprio Michele Carusi che si trova in testa alla classifica; cresce il numero dei preferiti la “new entry” è Simone Pazzaglia

Giuncarico – A distanza di dieci giorni dal lancio della nostra iniziativa “Il Sindaco che vorrei” torniamo a pubblicare i risultati parziali della classifica dei “candidati” preferiti indicati dai nostri visitatori. Ma prima di presentare i risultati aggiornati della classica vogliamo dedicare un po’ di spazio ad una iniziativa originale e simpatica: “Il Sindaco che vorrei”, la nostra campagna di opinione, è diventata una canzone.

A scrivere parole e musica è stato Michele Carusi, l’artista gavorranese, in testa alla nostra classifica sin dai primi giorni. Nel suo sito internet www.pennettasito.it , dove è stato pubblicato il testo integrale della canzone, è possibile ascoltare anche il brano dedicato al nostro sondaggio. «Come ogni cosa che mi emoziona – ci ha scritto Michele Carusi, in arte“Pennetta” -, ho trasformato il vostro piccolo sondaggio in una specie di “canzonetta”, sperando di farvi cosa gradita». Noi del Giunco.net non possiamo che ringraziare dell’attenzione e del pensiero Michele Carusi e invitare tutti i nostri visitatori ad ascoltare la canzone sul suo sito dal quale è possibile anche scaricare il file in formato mp3 del brano.

E dopo questo parentesi musical artistica torniamo alla classifica dei preferiti. Da segnalare oltre al primo posto di Michele Carusi, al buon risultato di Francesca Mondei, il consolidamento di Andrea Martinelli al terzo posto, l’ingresso tra i preferiti di Simone Pazzaglia, consigliere comunale e capogruppo del centrosinistra fino al 2009.

I PREFERITI LE PREFERENZE
Michele Carusi 25
Francesca Mondei 17
Andrea Martinelli 5
Mauro Cavallari 3
Massimo Borghi 2
Simone Cascino 1
Marco Pingitore 1
Simone Pazzaglia 1

* I dati sono aggiornati a sabato 11 dicembre 2010

Tra i messaggi che abbiamo ricevuto ve ne segnaliamo uno che insieme all’indicazione del nome conteneva anche alcune caratteristiche del candidato. Il Nome era quello di Francesca Mondei e il contenuto aggiuntivo del messaggio era questo: «Conoscenza del territorio e dei suoi problemi, competenza e preparazione, volontà, capacità organizzativa, moderatezza ed equilibrio, in modo da riuscire via via a conquistare il consenso e a coinvolgere (e non dividere) alleati politici, collaboratori e interlocutori ed a superare le difficoltà. Il Sindaco di Gavorrano con coerenza al programma elettorale e convinzione, dovrà farsi carico insieme alla sua giunta di un’amministrazione rigorosa, attenta ai diritti dei cittadini, aperta alla socialità, senza perdersi in pericolose e defatiganti ripicche , rivalse, bugie, atteggiamenti populistici e demagogici: solo così potremo uscire da quella mediocrità di scelte e di conduzione amministrativa che ha caratterizzato l’era Borghi. Un’altra caratteristica è però anche importante in questo momento, per perseguire coesione sociale, senso di appartenenza e concordia: “esprimere un sogno” che, in termini politici, significa comunicare, in termini semplici e a tutti comprensibili significa esplicitare come si intende operare nell’interesse comune e condividere questo obiettivo con la comunità. Una personalità giovane e di rinnovamento, che nel contempo abbia anche la convinzione dell’importanza e del valore della “storia” del nostro territorio».

COME PARTECIPARE - Per Partecipare inviate un messaggio dalla pagina Contatti o cliccate sull’immagine a destra con la scritta “Il Sindaco che vorrei”.* Dati aggiornati a mercoledì 8 dicembre 2010

Vogliamo precisare che le indicazioni che riceviamo dagli utenti sono semplici indicazioni fornite attraverso un modulo elettronico: nello spirito della nostra iniziativa debbono essere considerate come il suggerimento “positivo” che i visitatori del blog danno su un nome piuttosto che su un altro. La nostra intenzione è quella di offrire una opportunità di confronto indipendentemente dalla volontà, che non possiamo conoscere, delle persone che vengono indicate dagli utenti di candidarsi o fare politica. Le indicazioni, in altre parole, debbono essere prese come attestati di stima: “Il Sindaco che vorrei” non vuole alimentare alcuna polemica e non vuole essere terreno di scontri con nessuno.

SPAM E MESSAGGI – Nonostante  tutte le nostre buone intenzioni e nonostante la correttezza di tanti utenti che partecipando alla nostra iniziativa hanno voluto dare un contributo intelligente alla discussione e al confronto politico in questa difficile fase di transizione per il comune di Gavorrano, abbiamo ricevuto una serie di messaggi che noi abbiamo archiviato come attività di spamming; voti multipli che come abbiamo più volte segnalato non vengono considerati e che cercano di “inquinare” furbescamente i risultati della nostra iniziativa. Rinnoviamo l’invito a questi simpatici utenti che cercano con costanza di farci uno scherzetto a partecipare in modo leale e corretto qualora lo vogliano oppure a continuare con la loro attività. E’ comunque un modo di prestare attenzione alla nostra iniziativa e al nostro blog. Considerato tutto l’impegno che viene destinato a questa attività di “inquinamento” significa che la nostra iniziativa “Il Sindaco che vorrei” inizia ad essere seriamente presa in considerazione. E questo non può che farci piacere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALTRI ARTICOLI - Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche questi altri articoli pubblicati su IlGiunco.net:


¬ N.B. : Prima di lasciare un commento ti ricordiamo di inserire nel campo riservato alle email un indirizzo di posta elettronica valido. Con una nuova procedura infatti sarà verificato il tuo indirizzo email e una volta "validato", il tuo commento sarà inserito in coda di moderazione e poi pubblicato. Dovrai soltanto cliccare sul link che sarà inviato all'indirizzo inserito nel campo relativo alle email. Grazie per la tua collaborazione.

¬ Importante: ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname (o nome e cognome) collegato ad un indirizzo email verificato reale ed esistente, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Il Giunco.net manlevato e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Non ci sono ancora commenti.

Siamo spiacenti, ma i commenti non possono essere inseriti.