Gavorrano: società deferita per lo stadio

7 dicembre 2010 - aggiornato alle 18:36

Sul deferimento dell’Unione Sportiva interviene il direttore generale Vetrini: «nella peggiore delle ipotesi si tratterà soltanto di una sanzione pecuniaria»

Gavorrano - In riferimento al deferimento del Gavorrano mosso dal Procuratore Federale, il Direttore Generale della squadra rossoblù Filippo Vetrini (foto in basso) sottolinea che «il provvedimento è un atto dovuto da parte della Procura Federale del quale eravamo a conoscenza fin dall’accoglimento del reclamo proposto per la mancata iscrizione al campionato di seconda divisione, a causa dell’inidoneità dell’impianto “Renato Malservisi” di Bagno di Gavorrano».

«Vista – aggiunge Vetrini – la mancanza di giurisprudenza derivante dall’istituzione del sistema delle licenze nazionali soltanto da questa stagione sportiva, non è possibile prevedere l’entità delle sanzioni, anche se siamo certi che nella peggiore delle ipotesi si tratterà soltanto di una sanzione pecuniaria. Restiamo quindi fiduciosi dell’obiettività di giudizio da parte degli organi giudicanti, ribadendo nel contempo l’assoluta solidità della continuazione del prog etto di valorizzazione tecnico-sportiva dell’U.S. Gavorrano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Per avere più informazioni su questi argomenti: - -
ALTRI ARTICOLI - Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche questi altri articoli pubblicati su IlGiunco.net:


¬ N.B. : Prima di lasciare un commento ti ricordiamo di inserire nel campo riservato alle email un indirizzo di posta elettronica valido. Con una nuova procedura infatti sarà verificato il tuo indirizzo email e una volta "validato", il tuo commento sarà inserito in coda di moderazione e poi pubblicato. Dovrai soltanto cliccare sul link che sarà inviato all'indirizzo inserito nel campo relativo alle email. Grazie per la tua collaborazione.

¬ Importante: ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname (o nome e cognome) collegato ad un indirizzo email verificato reale ed esistente, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Il Giunco.net manlevato e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Non ci sono ancora commenti.

Siamo spiacenti, ma i commenti non possono essere inseriti.